Lug 31

Disponibili on line nuove banche dati

Sono on line nuove e importanti banche dati, pubblicate dall’Archivio Generali e dall’Archivio INA-Assitalia.

Per Generali si tratta di una pubblicazione particolare: la raccolta, corredata da riproduzione fotografica, delle targhe, incendio e direzionali, conservate dall’Archivio Storico.

Una collezione composta dagli storici esemplari, affissi sui palazzi e sulle case assicurati da Generali in tutta Europa ad attestare l’assicurazione contro il rischio incendi. Leoni, aquile, colori brillanti e lingue diverse: le targhe incendio, nate in Inghilterra e introdotte a Trieste da uno dei fondatori di Generali, Giuseppe Lazzaro Morpurgo, avevano una funzione pratica (indicavano ai corpi volontari dei pompieri le case assicurate) ma anche comunicativa e pubblicitaria. Rappresentano un patrimonio diffuso, perché sono ancora moltissime le targhe Generali che campeggiano su case e palazzi, italiani ed europei.

La raccolta è completata da alcuni rari esemplari di insegne direzionali, tra i quali va segnalata una delle prime targhe delle Assicurazioni Generali Austro-Italiche, in terracotta smaltata, databile tra 1831 e 1848.

L’Archivio INA-Assitalia mette a disposizione degli studiosi due nuovi complessi di documenti integralmente digitalizzati.

Il primo riguarda una fonte economica molto importante, i bilanci storici dell’Istituto Nazionale delle Assicurazioni e delle società figlie Le Assicurazioni d’Italia, Praevidentia e Fiume, ricchi di informazioni utili non solo sulle cariche sociali ma anche sullo sviluppo del notevole patrimonio immobiliare dell’ente, costituito da aree e palazzi in moltissime città italiane.

È ugualmente on line l’inventario del Fondo della rappresentanza INA per le colonie e per l’estero, che permette di ricostruire le linee di espansione agenziale fuori dalla penisola italiana, massima negli anni venti-quaranta del Novecento, in Africa, in particolare in Libia, Somalia, Eritrea ed Etiopia, all’epoca colonie italiane, in Europa e in Asia.

Scopri le nuove banche dati delle targhe Generali, dei bilanci INA e delle colonie e rappresentanze estere INA.