Ott 02

Generali presenta… Generali nella Storia

Nella splendida cornice di palazzo Pallavicini Rospigliosi a Roma lo scorso 12 settembre è stata presentata l’opera Generali nella Storia. Racconti d’Archivio. I due volumi, Ottocento e Novecento, pubblicati da Marsilio e con Assicurazioni Generali e prefazione di Paolo Mieli, raccontano la quasi pluricentenaria storia della compagnia attraverso i documenti d’archivio.

Presenti alla tavola rotonda il top management di Generali, il ministro dei beni e le attività culturali e del turismo Dario Franceschini ed esponenti di spicco della finanza e dell’economia italiana. La platea ha avuto modo di assistere a un’interessante e piacevole conversazione tra Philippe Donnet – Group Ceo Generali, Marta Dassù – Aspen Institute, Paolo Magri – Ispi e lo storico e giornalista Paolo Mieli, moderata dal giornalista Rai Giorgio Zanchini e introdotta dal presidente Marsilio, Cesare de Michelis.

Prendendo spunto da alcuni episodi che hanno caratterizzato la storia di Generali, sono state trattate tematiche molto attuali, come l’importanza del settore assicurativo nella società moderna e il ruolo della compagnia sullo scenario nazionale e soprattutto internazionale: un tuffo nel passato per raccontare o meglio spiegare il presente. E’ stato sottolineato come quest’opera offra diversi spunti per ritornare sulla storia italiana, per incrociare la storia economica d’Italia e la storia politica, e persino geopolitica, dell’Europa degli ultimi due secoli e, pertanto, come la storia di un’impresa che ha saputo innovare e reinventarsi, pur rimanendo fedele alla propria tradizione, diventa capitolo della storia politica sociale europea.

Unanime l’opinione sul fatto che i volumi hanno il raro pregio di essere “amichevoli”, comprensibili e godibili anche da un pubblico di non specialisti: una lettura appassionante resa tale anche grazie a un apparato iconografico straordinario.

La serata si è conclusa con il plauso del ministro Franceschini, che ha sottolineato come gli archivi aziendali siano un importantissimo patrimonio da valorizzare, fondamentali per la storia di chi li ha prodotti e luoghi straordinari di ricerca per tutti quelli che vorranno approfittarne.

Leggi qui il comunicato stampa di Generali.